Gestione domiciliare della emergenza COVID-19

Sia pure con ritardo, il Sistema Sanitario sembra finalmente cominciare a comprendere l’importanza di un tempestivo e capillare presidio territoriale da parte dei Medici di Famiglia per il contenimento del contagio da SARS-COV-2. Pur permanendo in vaste aree un grave problema di disponibilità dei DPI adeguati, SM3.0 intende sostenere un approccio pro-attivo della fase domiciliare della gestione della emergenza COVID-19 in particolare nei due stadi della malattia: quello della Early Infection e quello della Pulmunary Phase (Fase 1 e Fase 2).

In questa ottica offriamo opportunità di acquisto ragionato su una serie di device in grado di gestire appropriatamente questo livello assistenziale, sia da parte dei Medici di Medicina Generale che delle USCA (Unità Speciali di Continuità Assistenziale). Proviamo a contribuire così al recupero del troppo tempo perduto, che ha messo a dura prova la sostenibilità del nostro sistema sanitario, promuovendo il paradigma assistenziale che vede nel territorio, se adeguatamente attrezzato, il primo e più appropriato livello gestionale anche di questa emergenza.

La prospettiva con la quale presentiamo questi dispositivi è quella più volte ribadita che caratterizza le attività di SM3.0: dispositivi semplici, economici, di facile utilizzo e applicazione, ma di grande utilità non solo in questa particolare situazione, ma in generale per il livello assistenziale territoriale e domiciliare. La lista per ora provvisoria si arricchirà via via di nuovi dispositivi che nella pratica risulteranno essere utili nella gestione delle attività domiciliari.

Massimo Magi, Medico di Medicina Generale, Segretario regionale Marche FIMMG, Presidente di NUSA Servizi – SM3.0